Come arredare il bagno: i 3 punti di partenza

Buongiorno Cari lettori, come state? Oggi vi parlo di come arredare il bagno, esponendovi i 3 punti da cui partire e molte altre nozioni che vi torneranno sicuramente utili. Come sapete il bagno è una delle parti della casa ritenuta la più facile da arredare, credetemi che non è cosi, proprio per la sua dimensione ridotta rispetto alle altre stanze è quella più complicata perché il margine d’errore si riduce notevolmente.

Io sono qua per aiutarvi a capire dove concentrare la vostra innovazione e attenzione per permettervi di arredare un ambiente bagno che vi soddisfi pienamente. Ad oggi la percezione di questa stanza è cambiata notevolmente, infatti, ora viene considerata come una zona di relax e dove svolgere i propri momenti di beauty routine.

I 3 PUNTI DA CUI PARTIRE: DIMENSIONI, USURA E COLORI

 

Per arredare il vostro bagno ci sono 3 principi fondamentali da cui partire. Il primo riguarda le dimensioni, come in ogni ambiente della casa prima di progettare un arredo bisogna avere la percezione degli spazi e partire con il soddisfare la funzionalità prima dell’estetica.

Per quanto riguarda i colori, il bagno è l’ambiente che ci permette di sbizzarrirci con abbinamenti di ogni genere, solitamente si tende ad utilizzare colori che richiamano la natura o l’acqua magari abbinati a colori vivaci che danno più tono, ovviamente tutti devono essere pensati con cura non possiamo scegliere alla cieca. Ovviamente questi colori verranno abbinati nei rivestimenti scelti, che possono variare dalla carta da parati alle piastrelle.

Ora passiamo all’usura, ovviamente bisogna fare attenzione ad ogni elemento che viene inserito, ad esempio, i sanitari o le ceramiche devono essere quelli più duraturi anche perché non vengono sostituiti molto spesso, scegliere quindi già dei modelli di buona marca e resistenti soprattutto ad acqua e umidità

DOCCIA O VASCA?

 

Domande che molti di noi si pongono, in molti casi la scelta dipende dalle dimensioni dell’ambiente a disposizione, ma in altrettanti dipende dalla funzionalità che viene ricercata. In un bagno più piccolino è sicuramente consigliata una bella doccia, occupa meno spazio ed è perfetta soprattutto per chi ama essere più sbrigativo nel lavaggio e nella pulizia del box. Nei bagni grandi il mio consiglio è sicuramente la vasca ha un enorme impatto estetico ed è perfetta per i momenti di relax ad esempio per noi donnine immergerci con una bella maschera viso e un libro da leggere, wow!

LA SCELTA DEI RUBINETTI

 

Anche in questo casa ci troviamo davanti a diverse scelte, consiglio importantissimo devono essere dei miscelatori che si integrano perfettamente con l’ambiente ma che devo no essere soprattutto funzionali.

Come accennato, ci troviamo davanti a tre scelte: rubinetti tradizionali, miscelatori termostatici e miscelatori monocomando.

RUBINETTI TRADIZIONALI i classici con due pomelli dove in uno c’è acqua calda e nell’altro acqua fredda, non più utilizzati nei bagni moderni ma perfetti per bagni tradizionali o vintage

MISCELATORI TERMOSTATICI al loro interno dispongono di un termostato che consente di mantenere costante la temperatura dell’acqua, e possono essere usati anche per la doccia e per la vasca

MISCELATORI MONOCOMANDO dispongono di un’unica leva che consente di regolare l’erogazione di acqua calda o fredda.

GLI ULTIMI ACCESSORI

 

Per concludere l’arredo del bagno mancano gli accessori che ne completano l’estetica. Gli specchi sono tra gli elementi essenziali da inserire, grandi, piccoli, uno o tanti, sta a voi scegliere quello perfetto per voi, oltre all’estetica danno una maggiore ampiezza allo spazio. Altro elemento essenziale sono le mensole, perfette per riordinare tutti i vostri prodotti preferiti. Non possono mancare accessori come porta asciugamani o accappatoi, scatole di diverse dimensioni e piccoli accessori coordinati.

COLORI NEUTRI CHE CALMANO

 

I colori neutri hanno sempre fatto parte del mondo dell’arredamento e quest’anno ancora di più. Questi toni permettono di dare il giusto equilibrio all’ambiente. Poi diciamocelo i colori neutri calmano l’animo, danno continuità e leggerezza. Cosa c’è di meglio?

Cosa ne pensate? Utilizzerete questi consigli per arredare il vostro bagno? Io adesso sto arredando il mio e queste nozioni mi hanno salvato la vita! Magari appena finirò la ristrutturazione vi farò un bell’articolo sulla mia casetta.

Intanto Vi aspetto al prossimo articolo !

La vostra Sara