COME PROGETTARE LA CAMERA IDEALE PER I PROPRI FIGLI?

Acquistare una camera per bambini e modificarla nel corso del tempo in funzione della loro crescita ha rappresentato una prassi comune nell’ultimo trentennio, comportando un elevato dispendio energico e monetario per i genitori. Questa tendenza sta cambiando negli ultimi anni, con la possibilità di progettare uno spazio capace di seguire i nostri ragazzi dall’età infantile a quella adulta, fin dalla sua realizzazione. 
Come fare? Per scoprirlo vi invitiamo a leggere questo articolo!

immagine di cameretta moderna siloma

Come scegliere le componenti d’arredo per la stanza dei propri figli?

Nella scelta delle componenti d’arredo è fondamentale porsi le giuste domande, non lasciandosi guidare solamente dal proprio gusto estetico. Quanto misura lo spazio a nostra disposizione? Sarà l’ambiente in cui giocherà? Quello dove studierà?

Vi aiuteremo a ragionare ed a rispondere a tutte queste domande, per comprendere quali siano le priorità tanto per voi quanto per i vostri ragazzi.

Come scegliere il letto : con i figli è una questione di crescita

Nella scelta di un letto di larghezza pari a 80, 90 o 120 cm lo spazio a disposizione giocherà sicuramente un ruolo fondamentale, ma non rappresenta l’unico elemento da considerare.
In tal senso, è importante scegliere il giusto modello : un esempio? Un letto minimale e slim con struttura laminata potrà aiutarvi a ridurre l’ingombro, mentre letti imbottiti con struttura a doghe potranno portarvi via ulteriore spazio. 
Qualora disponiate di uno spazio con le giuste misure, consigliamo di optare per un letto da una piazza e mezza, capace di anticipare la crescita futura dei nostri ragazzi. 
Altro elemento di importante considerazione è la profondità : la media dell’altezza è in costante crescita, ed alla misura standard di 190 cm diverse aziende hanno affiancato soluzioni da 195 o 200 cm. Il nostro consiglio è quello di assecondare i bisogni di comodità dei ragazzi in fase adulta, oppure premunirsi con un letto profondo 200 cm qualora notiate un rapido sviluppo dei vostri amati figli.

Come scegliere il giusto armadio : dall’infanzia all’età adulta

Nella scelta del giusto armadio per le esigenze dei vostri figli, lo spazio a vostra disposizione e la loro età giocheranno un ruolo fondamentale nel realizzare la scelta migliore.
Le principali soluzioni sono rappresentate dall’armadio battente, modello realizzabile con una (45 o 60 cm) o due ante (90 o 120 cm) e componibile di tubi appendiabiti, mensole ed accessori di vario tipo, e l’armadio scorrevole, modello più lineare e scenografico, che perde qualcosa in termini di componibilità ma rende un effetto estetico particolarmente scenografico (per approfondire ti consigliamo il nostro articolo che analizza pregi e difetti del modello battente o scorrevole).
Quando scegliere l’uno o l’altro? In età infantile il nostro consiglio è quello di scegliere un armadio facilmente riorganizzabile, privo di elementi superflui e dispersivi come ante più grandi o tubi appendiabiti, in favore di un maggior numero di ripiani in caso di armadio battente o di moduli casellari in caso di armadio scorrevole. Non essendo vincolato a struttura fissa, l’armadio potrà essere arricchito di elementi al crescere dei vostri piccoli.
In età adolescenziale il nostro consiglio è invece quello di coinvolgerli attivamente nella scelta, per poter scegliere il modello che meglio si adatta alle sue esigenze.
In termini di disposizione, l’armadio battente è consigliabile in camere più capienti, dove l’ingombro non risulti eccessivo anche in fase di apertura o chiusura del modello, mentre in camere dalle dimensioni meno generose un armadio scorrevole permetterebbe di spostarsi con facilità anche con ingombri separati da 50 o 60 cm di spazio.

Scrivania e libreria : nella scelta è importante capire le preferenze dei vostri figli!

La scelta di acquistare una scrivania o libreria è una questione molto soggettiva : per non incorrere in inutili spese il consiglio è sempre quello di chiedere un parere ai vostri figli!
Nel caso in cui fossero d’accordo nel creare un’area dedicata allo studio in camera, molto starà ovviamente alla vostra disponibilità di spazio, ma è importante considerare come l’utilizzo di tablet, portatili ed altri elementi tecnologici sempre più minimali non renda più necessario l’acquisto di grandi scrivanie, mentre l’utilizzo di soluzioni fantasiose come elementi contenitivi in scale a pioli o gradini permetterebbero di verticalizzare lo spazio, sostituendosi alle classiche librerie. Consigliamo però l’acquisto di complementi di misure più generose qualora i vostri figli siano particolarmente creativi o qualora frequentino istituti tecnici o artistici, dove è richiesta l’attività di disegno su grandi tavole.
Sconsigliamo l’acquisto qualora, alla stregua di un lavoro, potrebbero vedere l’area studio come un’invasione della zona dedicata al loro svago : in questo caso è bene pensare di creare una zona dedicata agli studi al di fuori della loro camera, per evitare di creare confusione e disperdere materiale scolastico tra cucina o sala da pranzo.
E nel caso di figli più piccoli? Per ridurre al minimo la possibilità di errore consigliamo di scegliere una via di mezzo, optando per una scrivania ed una libreria spaziose ma essenziali, tali da essere in linea con tutte le loro possibilità di crescita.

Come scegliere la giusta illuminazione per il benessere dei propri figli? 

Pur potendo sembrare qualcosa di secondario, un buono studio dell’illuminazione potrebbe beneficiare i vostri figli tanto in termini pratici quanto in termini di salute. 
La stanza dovrà disporre di una luce diretta capace di illuminare concretamente le aree dove giocheranno ed esprimeranno la loro creatività in età infantile, o in quelle dove studieranno durante la loro crescita, come quella offerta da un lampadario a sospensione o una plafoniera appesa.
Il nostro consiglio è quello di affiancare, a quella generale, un’illuminazione diffusa, capace di garantire il loro benessere. Che sia il caso di adulti, di ragazzi o di animali domestici (a proposito, avete letto il nostro articolo per creare una casa a prova di zampa?), una luce forte tende infatti a danneggiare la nostra vista e stancarci, mentre l’utilizzo di luci soffuse può prepararci meglio al riposo e prevenire gli effetti dell’utilizzo di tablet o pc al buio.
Dall’installazione di luci al led inserite sotto la testiera del letto all’utilizzo di lampade da comodino e moderne lampade a clip, consigliamo vivamente l’utilizzo di soluzioni alternative per la loro camera.

Quale stile scegliere per la stanza dei propri figli?

Dallo stile classico all’industrial o lo shabby chic, esiste una grande varietà di alternative progettuali per la loro camera. Per seguirli nella loro crescita è sicuramente indicato uno stile moderno, tuttavia, per un risultato più uniforme allo stile della propria casa, sono realizzabili diversi accorgimenti. Vediamo quali!

Lo stile minimal : con i vostri figli attenzione al colore!

Lo stile minimal, con le sue forme geometriche e la sua essenzialità, donata da giochi di materiale con legni chiari o grigio antracite, fornisce spazi pratici ed una estetica particolarmente pulita alla vista. 
Nell’adottare questo stile, vi consigliamo di utilizzare colori riposanti alla vista, spezzati da tonalità più giocose e sgargianti come ad esempio l’utilizzo di un verde. Per approfondire, vi consigliamo il nostro articolo dedicato a questo stile!

Lo stile industrial : seguire un filo logico per un risultato unico!

Lo stile industrial è basato su materiali di recupero, con una tendenza all’utilizzo di materiali come legno, ferro o vetro, corredati da elementi tipici di mercatini vintage oppure complementi improvvisati come biciclette adattate a ripiani o elementi appesi. Data la maggiore difficoltà di composizione, richiedono sicuramente un’attenta progettazione, ma in termini estetici possono offrire un risultato unico ed estremamente scenografico (troverete alcuni fantastici esempi nel nostro articolo dedicato!).
Consigliamo questa scelta qualora disponiate di un architettura naturalmente in linea con questo stile per rafforzarne l’effetto, come ad esempio quella di un loft.

Lo stile classico : accorgimenti per la stanza dei vostri figli

Lo stile classico è da sempre simbolo degli ambienti domestici più autoritari ed eleganti.
Qualora fosse la vostra scelta, i nostri consigli sono volti a sdrammatizzare la serietà dello spazio dedicato ai vostri figli : come fare? Sconsigliamo fortemente legni scuri come noce o palissandro che potrebbero crear loro sensazioni negative, specie in età infantile, in favore di bianchi molto chiari e l’utilizzo di colori inaspettati, come potrebbero essere ad esempio tinte di giallo o di verde.

Lo stile shabby chic : indicato soprattutto per lei

Lo shabby chic, tipico delle case di campagna, rappresenta per natura uno stile meno drammatico, giocoso e fresco che, attraverso giochi di colori chiari e tecniche come la decapatura del mobilio, si adatta perfettamente ai più giovani (per approfondire ecco a voi il nostro articolo dedicato!).
I colori dai toni romantici che lo caratterizzano, come azzurri chiari, carta da zucchero e rosa pastello, ci portano a consigliarlo specialmente ad un pubblico femminile.

La camera giusta per i propri figli, per fascia di età

In aggiunta ai consigli forniti per lo stile ed i complementi d’arredo, vogliamo regalarvi altre piccoli considerazioni utili per ciascuna fascia di età : manca poco, la camera perfetta per loro è ad un passo dall’essere realizzata!

immagine di cameretta moderna

Consigli per scegliere la camera giusta per i propri figli : preadolescenza

Nel progettare la cameretta di figli in età infantile, la prima regola è ottimizzare ogni spazio, eliminando il superfluo. Ogni scelta dovrebbe essere guidata dalla necessità di avere quanto più spazio libero sul pavimento. che diverrà a tutti gli effetti il teatro in cui potranno dare libero sfogo alla loro voglia di esprimersi, giocare ed esplorare. 
Attenti alla scelta delle componenti d’arredo : faranno la differenza tra una camera ordinata ed il caos più totale!

Consigli per scegliere la camera giusta per i propri figli : 12 – 16 anni

Nonostante la fase di netto cambiamento, è bene considerare come questa sia una fascia di età particolarmente ‘elastica’, in cui le esigenze già rivolte all’adolescenza convivono con altre legate ancora all’età infantile.
Alla necessità di elementi contenitori come librerie per ritirare il suo materiale scolastico potrebbero quindi, ad esempio, rendersi necessari ulteriori componenti per conservare tutte quelle cose da cui non riesce ancora a separarsi.
Per arricchire lo stile della casa, potreste pensare di implementare complementi capaci di stimolarli e richiamare alle loro passioni, come ad esempio l’utilizzo di murali che raffigurino ad esempio qualche sport specifico per lui oppure la danza per lei.
Per ottimizzare lo spazio (e contenere la spesa!) un’altra idea potrebbe essere quella di utilizzare elementi capaci di accomunare sia zona studio che svago, come ad esempio l’utilizzo di grandi schermi compatibili con PC che fungano anche da televisori, oppure di scrivanie con mobili utili a ritirare joypad e console da gioco, da abbinare a sedie ortopediche da gaming.

Consigli per scegliere la camera giusta per i propri figli : 16 – 20 anni

In questa fascia di età la camera inizia ad essere pensata per un adulto, pur mantenendo l’esigenza di uno spazio in cui poter dedicare tempo alle loro passioni.
La scelta di un letto matrimoniale potrebbe pertanto essere congeniale, specialmente se corredato da elementi contenitori, che permetteranno di conservare tutte i loro oggetti personali, oppure inutilizzati, o ancora peluche, regali o diari personali a cui sono sentimentalmente legati.
Come nella fascia d’età precedente, l’esigenza di un’area studio resta primaria, così come un’eventuale postazioni da gaming o un grande schermo in cui poter godere delle loro serie o film preferiti.
In questa fascia d’età la scelta dei colori diviene poi particolarmente delicata : sconsigliamo colori eccitanti come gialli, rossi o arancioni, utilizzabili in aree più conviviali della casa come cucina e living, in favore di toni più carichi come il verde o blu oppure tinte pastello.

HAI TROVATO UTILE QUESTO ARTICOLO?

Speriamo che questo articolo ti sia piaciuto e che ti aiuterà nelle tue scelte!
Hai bisogno di aiuto per la creazione della camera ideale per i tuoi figli? Richiedi una consulenza ai nostri esperti!

PER ALTRI ARTICOLI INTERESSANTI, CLICCA QUI!