COME SCEGLIERE LA CAMERA DA LETTO? LA NOSTRA GUIDA 

ALL’ ACQUISTO 

La camera da letto rappresenta uno degli ambienti più intimi e personali della casa : qualunque sia la forma, la grandezza o lo stile ricercato, troverete in questa guida consigli e trucchi forniti dai nostri consulenti d’arredo, per renderla esattamente come la avete sempre desiderata!

immagine camera da letto moderna rosa scuro

Dagli elementi caratteristici come letto, armadio e comodini a quelli più ricercati, la scelta dei complementi d’arredo rappresenta qualcosa su cui bisogna riflettere molto in termini pratici e non è soggetta solamente al fattore estetico. Per realizzare una scelta ottima è buon consiglio quello di porsi, per ciascun complemento, le giuste domande : vediamo quali!

Come scegliere il letto ideale per la propria camera

La scelta del proprio letto ideale è una questione molto soggettiva, che richiede di riflettere appieno sulle proprie priorità, sia in termini pratici che estetici. 

A partire dal tema della praticità, una prima considerazione riguarda lo spazio a disposizione per ritirare le proprie cose. Disporre di metri a sufficienza da dedicare ad armadi ed elementi contenitori è uno scenario completamente differente dalla necessità di ottimizzazione gli spazi in ambiente più piccolo, e rappresenta un primo spunto di riflessione nella scelta di un letto tradizionale o contenitore.
Altra domanda da porsi riguarda specifiche esigenze personali in tema di salute, che si lega indissolubilmente alla scelta dei materiali del proprio letto : nel caso foste allergici alla polvere o agli acari, un letto più essenziale possibile realizzato in materiali come eco-pelle risultano più facili da pulire e capace di attirare meno polvere, a differenza dei tessuti, sicuramente più soffici ed estetici ma anche più propensi a catturare lo sporco. Qualora proprio non vogliate rinunciare ad essi, esistono tessuti tecnici idrorepellenti o antiacaro, che permettono di fornire sia i vantaggi pratici ed estetici del tessuto, permettendo al contempo di difendersi da eventuali allergie.

Altra considerazione è quella che riguarda le proprie abitudini : se ad esempio vi piace leggere o guardare la televisione mentre siete a letto, avrete probabilmente bisogno di un piano di appoggio per la schiena. Nel caso di letti in legno esistono apposite cuscinature che possono essere allacciate ai lati, testiere imbottite o ecopelle, fino alle soluzioni più moderne, con soluzioni reclinabili che permettono di fornire maggiore agio alla seduta.

Ulteriore valutazione è quella che riguarda il confort in termini di pulizia e sfoderabilità : è bene quindi sapere come letti estetici come quelli in pelle non sono sfoderabili, e rappresenta pertanto un’ulteriore elemento di considerazione per la vostra scelta.

La scelta del materasso : questione di esigenze

Scegliere consapevolmente il proprio materasso potrà fare una grande differenza tanto in termini di benefici a livello fisico quanto per la qualità del proprio riposo.

Ciascuna tipologia di materasso può difatti rispondere a esigenze differenti, che analizzeremo nel dettaglio. Queste tipologie sono da rappresentate da :

·       materasso in molle ortopediche, soluzione tradizionale realizzata in rete in maglina di metallo, che unifica l’intera struttura e conferisce una maggiore resistenza alla pressione esercita dal corpo;

·       materasso in molle insacchettate, realizzato da un insieme di molle indipendenti che flettono solamente laddove viene portato il peso;

·       materasso in memory foam, realizzato da materiale in gomma di ultima tecnologia, capace di seguire le onde del corpo riscaldandosi e ammorbidendosi nei punti in cui viene esercitata maggiore pressione.

Come realizzare la scelta migliore? Una prima valutazione riguarda l’eventuale presenza di problemi di postura o cervicale, fattispecie in cui consigliamo vivamente un materasso a molle insacchettate o in memory, laddove in assenza di tali problematiche sarà più facile adattarsi a qualsiasi tipologia di materasso.

Una seconda importante considerazione è quella che riguarda il vostro peso : se maggiormente sostenuto la scelta di un memory è altamente sconsigliata, poiché tenderà a schiacciarsi e non far respirare bene il corpo, in favore di una soluzione in molla ortopedica, più difficile da schiacciare con la pressione.

Infine, è importante considerare le proprie abitudini di riposo : una soluzione in memory è ancor più consigliata qualora si abbia l’abitudine di dormire sul fianco, mentre le molle ortopediche o insacchettate sono preferibili per un maggior confort in posizione supina.

camera da letto orme con armadio battente bianco

Come scegliere l’armadio giusto per la propria camera da letto

Quale armadio scegliere per la propria camera? La scelta tra armadio battente o scorrevole non può ridursi al semplice gusto estetico, ma andrà accuratamente ponderata sulla base delle proprie esigenze e dei vantaggi ricercati.
Una prima considerazione sarà ovviamente quella relativa la metratura della camera a disposizione : in ambienti di dimensioni inferiori è infatti consigliato l’armadio scorrevole, che rispetto ad un battente riduce l’ingombro in fase di apertura, ottimizzando gli spazi. Qualora la superficie a disposizione fosse maggiore, ovviamente la scelta può essere rimessa al proprio gusto estetico o pratico, qualora volesse salvare in ogni caso più spazio per aggiungere ulteriori complementi d’arredo.
Altra importante considerazione è quella che riguarda confort e preferenze. Sarà quindi importante riflettere come l’armadio battente permetta di avere un’intera visuale sul contenuto, laddove lo scorrevole permette di visionare un lato per volta, oppure come sia più facile da regolare e riparare rispetto la controparte, o ancora permetta di appendere accessori sul retro delle ante laddove non sarebbe possibile con lo scorrevole.
Infine, qualora fosse per voi un fattore determinante, è importante sapere come una soluzione scorrevole ha generalmente un costo superiore rispetto ad una battente. 

Come scegliere l’illuminazione ideale per la camera da letto

In quanto luogo adibito al riposo, la camera da letto rappresenta uno degli ambienti domestici in cui l’illuminazione dovrà essere più marginale possibile e, per un miglior risultato, andrà progettata accuratamente.

In assenza di particolari esigenze o di spazi adibiti a zona studio, nella realizzazione dei vari punti luce una regola generale è quella di progettare un’illuminazione generale, fornita ad esempio da una plafoniera o sospensione posta al centro stanza, accompagnata da fonti di luce soffusa, che possono essere fornite da classiche lampade a terra oppure da soluzioni più ricercate come l’utilizzo di velette in cartongesso o led di varie dimensioni posti in differenti punti della camera : questa soluzione permetterà di sfruttare la luce principale durante le ore del giorno e di ridurla progressivamente al calare della sera, alleviando lo stress e preparando il corpo al riposo.

Immancabili ovviamente le luci zona comodino, utili qualora si abbia necessità di alzarsi durante o la notte oppure per regalarsi piacevoli momenti di lettura : anche in questo caso, a soluzioni tradizionali come l’utilizzo abat-jour, possono essere affiancate moderne composizioni progettuali, come l’inserimento di led alle spalle della testiera del letto, sospensioni a goccia che cadono direttamente sul comodino (soluzione particolarmente tecnica ma di forte impatto, che consigliamo di progettare già durante la fase di ristrutturazione) oppure fili estetici a presa diretta.

Qualora la vostra camera disponga di una zona adibita a studio, è consigliabile creare un’illuminazione specifica, sia essa fissa, trasformabile o a scomparsa. Ma, come spesso ripetiamo, in ambito progettuale nulla è più importante delle vostre abitudini! Qualora infatti vi serviate di questo spazio per utilizzare pc, tablet o altri elementi tecnologici, l’utilizzo di un punto luce diretto potrebbe divenire del tutto superfluo.

immagine di camera da letto moderna con letto contenitore blu

Altre componenti per la camera da letto : poltrona, libreria, scrivania ed altro!

Nel realizzare ulteriori elementi a corredo della vostra stanza, le vostre abitudini e necessità saranno importanti indicatori in sede di progettazione : avete in mente uno spazio dedicato unicamente al riposo? Vorreste fondere la vostra camera con lo studio? Sarà anche la zona dedicata al vostro relax? Vivete in ambito familiare oppure da soli/in coppia?

Queste domande trovano un’applicazione pratica in questo esempio : in caso di famiglia numerosa sarebbe fantastico creare un’area relax corredata da libreria o comoda poltrona, in cui poter staccare e regalarsi un momento di intimità; la stessa soluzione potrebbe risultare invece superflua in caso di single o coppia, in quanto si disporrebbe di maggiore libertà e lo stesso spazio potrebbe essere utilizzato attraverso un armadio dalla capienza maggiore oppure soluzioni come elementi a giorni o mini cabine, per ritirare rapidamente i propri abiti durante i momenti frenetici della giornata.
Ulteriori idee potrebbero essere l’inserimento di un pouf da utilizzare come piano di appoggio oppure ulteriori elementi contenitori per i propri abiti, utili anche per il cambio stagionale.

Come disporre i mobili nella camera da letto?

Nella disposizione del mobilio all’interno della camera da letto spesso non esistono vere e proprie regole progettuali, quanto consigli utili che potranno fare la differenza in termini di benessere e confort, evitando così di incorrere in piccoli fastidi tipici della vita quotidiana.

Come disporre l’armadio nella camera da letto?

Il posizionamento dell’armadio, qualora non strettamente influenzato dalla metratura della camera, dovrà sfruttare più ampia parete a disposizione, evitando quelle caratterizzate da finestrature : questa regola permetterà di ottimizzare al meglio il proprio spazio e di disporre di più luce naturale.

Come posizionare il letto rispetto alla finestra?

Il posizionamento del letto rispetto alla finestra rappresenta una scelta particolarmente personale, verso la quale sono nate differenti correnti di pensiero.

Generalmente è sconsigliabile posizionare la finestra alle spalle del letto, tanto per questioni di illuminazione quanto per aspetti prettamente psicologici. Al pari del posizionamento della porta, che consigliamo non essere frontale o adiacente al letto, il vostro riposo potrebbe essere indirettamente condizionato dalla paura dell’ignoto e dalla vulnerabilità tipica del momento.
Esistono poi correnti spirituali come il Feng Shui, per cui è suggerito dormire con la testa rivolta verso nord per favorire la vitalità ed il recupero delle energie, favorendo un sonno più profondo, altre per cui è bene volgersi a sud puntando i piedi a nord per seguire il ritmo naturale del sole : che abbracciate queste scuole di pensiero o che siate scettici a riguardo, il nostro consiglio è quello di lasciarsi guidare dalle proprie sensazioni.

Quanta distanza deve esserci tra letto e comodino?

Nella distanza tra letto e comodino non esiste una regola progettuale, quanto un più naturale posizionamento che segua le prese di corrente

Che si tratti di comodini centrati a parete o di soluzioni asimmetriche non esiste pertanto una giusta vicinanza o lontananza da letto. Discorso differente è quello dedicato alla distanza tra muro e letto, che per regola non dovrebbe risultare inferiore ai 60cm, in modo da favorire il passaggio.

immagine camera da letto moderna bianca e rosa

Dimensioni della camera da letto e consigli utili

Prima ancora di partire con la progettazione, è importante conoscere le misure standard al di sotto delle quali non è possibile procedere alla realizzazione : superato questo ostacolo, qualunque sia la metratura del vostro spazio, troverete qui alcuni spunti per arredarlo al meglio! 

Quanto deve essere grande una camera da letto matrimoniale?

In termini di spazio, il minimo sindacabile per realizzare una camera matrimoniale è di 14mq, metratura al di sotto della quale si uscirebbe dagli standard di sicurezza previsti dalla normativa nazionale. Questa misura varia ovviamente rispetto una camera per ragazzi, che possono essere realizzate a partire dai 7mq.

Come arredare una camera da letto con poco spazio?

Qualora si disponga di un ambiente dalle dimensioni contenute, ogni scelta dovrà essere volta all’ottimizzazione dello spazio, studiando soluzioni alternative gli elementi tradizionalmente di maggiore ingombro. In tal senso, l’ideale sarebbe strutturare l’armadio sopra al letto, utilizzando colonne laterali capaci di fungere anche da comodino e sfruttare un elemento pensile sovrastante che funga da contenitore. Una soluzione ponte rappresenta spesso la miglior scelta in questo scenario, in quanto una camera stretta spesso non offre l’opportunità di utilizzare una parete completa oppure di offrire abbastanza passaggio tra finestre e porte.
Qualora non si volesse rinunciare ad un armadio indipendente la scelta dovrebbe ovviamente ricadere su uno scorrevole, per ridurre l’ingombro dato dall’apertura dell’anta di un armadio battente e permettendo quindi di recuperare dello spazio prezioso.

Come arredare una camera da letto grande?

Disporre di una camera da letto grande riduce ovviamente la presenza di vincoli e facilita la progettazione.

L’assenza di problematiche in termini di metratura e di passaggio permetterà innanzitutto di sfruttare quanta più parete o angolo per l’armadio, oltre che permettere di inserire letti dalle dimensioni più importanti (contenitore o imbottito) ed addirittura ricorrere a soluzioni più moderne come letti componibili con cassettoni, pedane o testiere, oppure mensole sospese e cubotti per ritirare il necessario godendo anche di componenti particolarmente estetiche.
In base a ciò che è per voi più importante, potranno poi essere inserite intere aree dedicate allo studio oppure allo smartworking, così come l’aggiunta di lampade, poltrone o divanetti per arricchire il proprio ambiente, rendendolo più piacevole e trasformandolo in una vera e propria zona relax.

 

camera da letto moderna con dettaglio rosso letto orme

Consigli di stile per la vostra camera da letto

A prescindere dallo stile con cui vorrete arredare la vostra camera, sia esso vintage, industrial, contemporaneo o provenzale, abbiamo realizzato questa sezione per fornirvi ulteriori consigli in tema di abbinamenti e pratiche idee per rendere unico il vostro spazio : vediamo come!

Come abbinare comò e comodini nella camera da letto?

Storicamente forniti in forma di tris, ovvero comò e comodini realizzati in abbinamento, esistono tutt’oggi linee dedicate, caratterizzate da una stessa impostazione del piano, stile, maniglie e decorazione. La nuova tendenza è tuttavia rappresentata dalla realizzazione di linee ‘sganciate’, composte da elementi componibili o su misura, che permettono di giocare con comodini asimmetrici, cassetti ed elementi sovrapposti che permettono di disporre di soluzioni pratiche e scenografiche.
In sostituzione di comodini, è possibile utilizzare tavolini oppure cubotti in legno o metallo, colorati o neutri per creare uno staccato o semplicemente per corredare la propria stanza di soluzioni ricercate qualora non si necessiti di ritirare molti abiti o oggetti.

Come riempire la parete dietro al letto?

In questo capitolo vi mostreremo alcune delle soluzioni in termini di stile per il vostro bagno : tra classico, industrial, minimal ed eclettico, le tante sfaccettature che caratterizzano ognuno di essi renderà la vostra possibilità di personalizzazione pressoché infinita!

camera da letto moderna parete bianca, comodini rosa dettaglio verde

Quanto costa arredare una camera da letto?

Acquistare una camera da letto presso uno studio di progettazione e non attraverso i canali della grande distribuzione, presenta prezzi che si attestano attorno ad una cifra di seimila o settemila euro per soluzioni base, arrivando fino ai quindicimila per la realizzazione di una camera unica, dalle soluzioni ricercate e della miglior qualità. Oltre alle scelte stilistiche ed in termini di materiali, è importante sapere come anche le scelte in termini di elementi a corredo incidano sul prezzo (ad esempio, un armadio battente avrà costo inferiore rispetto uno scorrevole, mentre un letto fisso avrà costo inferiore di uno contenitore) : questi saranno quindi importanti elementi da prendere in considerazione in fase di definizione del proprio budget.

HAI TROVATO UTILE QUESTO ARTICOLO?


Speriamo questo articolo sarà utile per le tue prossime scelte di arredo! Vuoi maggiori informazioni o fissare un appuntamento? Contattaci, un nostro consulente saprà fornirti i migliori consigli per realizzare il bagno che hai sempre desiderato!

PER ALTRI ARTICOLI INTERESSANTI