ARREDARE CASA IN STILE RUSTICO

Bentornati cari lettori,

Continuiamo con la nostra carrellata di stili d’arredo, sapete perché ve li sto spiegando uno ad uno? Voglio che quando arriverà il momento di arredare la vostra cosa o anche solo di rimodernarla voi sappiate tutti i punti di forza di ognuno di loro, per fare la scelta più appropriata ai vostri gusti e rendere la vostra casa il rifugio sicuro di cui tanto si parla.

Oggi andiamo su uno stile del tutto RUSTICO, infatti questo è il suo nome effettivo. Lo stile che ad oggi è uno dei più amati perché ci dà la sensazione della classica home sweet home.

LE CARATTERISTICHE CHE LO CONTRADDISTINGUONO

Accogliente, caldo ed elegante, questo tipo di arredamento si adatta a qualsiasi immobile. Non è infatti da relegare alla casa di campagna, anzi: una delle declinazioni più chic dello stile rustico è data proprio dall’adattamento a case che, nell’immaginario tradizionale, dovrebbero avere un design ben diverso. Loft, mini appartamenti, open space in pieno centro città… Il rustico calza a pennello a ogni tipo di abitazione, basta saperlo usare con il giusto equilibrio.

I MATERIALI E L’ILLUMINAZIONE

l mobile prediletto dallo stile rustico è il mobile campagnolo, in legno povero di olmo, di quercia o di pioppo,  tavoli con zampe a cipolla, credenze con vetri colorati, cassettoni dove un tempo si conservava la farina, bauli che ospitavano il corredo di giovani spose. Tutto ciò viene reinventato alla luce di uno stile che guarda al passato con molto affetto e forse anche nostalgia. I materiali preferiti sono quelli tradizionali delle campagne: legno, mattoni e pietre che alla fine dei conti sono i veri protagonisti, è quindi importante che siano visibili nei muri oppure nelle volte di vecchie stalle reinventate in salotti o zone living dove si assapora l’intimità di un tempo.

I CONSIGLI ESTETICI
  1. ATTENETEVI AL BIANCO per non sbagliare ed evitare uno stile rustico troppo soffocante optate per il bianco in tutte le sue tonalità, che sia nelle pareti, nella pavimentazione o nei singoli oggetti sarà sicuramente un ottima scelta
  1. SMORZATE IL TROPPPO LEGNO CON COLORI VIVACI In una stanza con parquet di noce, tavolo e sedie di legno non calcate troppo la mano, aggiungendo arredi di un’ennesima versione wood (legno). Per controbilanciare l’eccesso di quest’ultimo optate per un complemento laccato di un colore brillante. Il blu cobalto renderà l’ambiente meno rustico infondendo una nota di colore e di eleganza allo stato puro.
  1. L’ESSENZIALITA’ DELLO STILE RUSTICO: Se si pensa che lo stile rustico sia arredare sovrapponendo mobili e complementi non è del tutto corretto, perché anche con lo stile rustico dobbiamo mantenere una linea minimale, applicate la filosofia del mantenere l’essenziale ed eliminare il superfluo e vedrete che il risultato sarà del tutto perfetto. Pochi elementi e ben mixati rendere un’idea di spazio ed eleganza
  1. AGGIUNGETE UN PO’ DI VERDE: come in ogni stile l’aggiunta di verde giova sempre ad una buona riuscita dell’arredamento. Dalla cucina al bagno, dal soggiorno alla camera da letto, lo stile rustico esige di essere ossigenato sia dentro sia fuor di metafora da piantine, fiori in vaso, cactus ed erbari quasi definibili orticelli indoor. Legno, pietra, ferro e vetro, ossia le quattro anime materiche su cui poggia lo stile rustico, non possono prescindere dalla vera anima della casa: la clorofilla.
  1. DECLINAZIONE ORIGINALI DEL RUSTICO: Prendete i must have dello stile rustico e createne qualcosa di originale, ad esempio la classica libreria a muro rendetela un porta asciugamani per il vostro bagno, il tavolino da caffè come porta riviste e tante altre soluzioni. Sfruttatela al meglio per rendere più particolare il vostro ambiente rustico, strizzando l’occhio alla filosofia del fai-da-te, intrinsecamente legata all’estetica dello shabby chic.
  1. MIX DI STILI per ottenere un ottimo equilibrio nell’arredamento nona bbiate paura di mixare qualche stile in più. Partite dal pezzo rustico e controbilanciatelo con uno o due complementi diversi. Se ad esempio volete dare a una scala di legno grezzo un’apparenza meno da baita, aggiungete un mobiletto Luigi XIV, il ritratto di un avo con cornice datata, addirittura un grammofono se volete rimarcare il concetto dell’antichità. L’importante è poi sdrammatizzare il tutto con qualche stampa fotografica ultramoderna da appendere o un accessorio hi-tech.
  1. MATERIALI NATURALI PROTAGONISTI Lo stile rustico diventa tale proprio grazie a loro, ai materiali naturali che compongono l’arredamento. Dal legno al vimini, dal ferro ai mattoncini sabbiati, la materia diventa la prima donna di casa. Una materia che, a differenza di qualsiasi altra donna, mostra volentieri le proprie rughe, le imperfezioni e i difetti senza tentare di celarli sotto strati di tinteggiatura o laccatura. Puntate dunque su un parquet usurato. Insomma: tenete il livello del design allo stato rustico, appunto.
  1. STILE RUSTICO PER L’OUTDOOR Sia che abbiate un terrazzo sia che possiate godervi un giardino, lo stile rustico si presta per qualsiasi tipologia spazio esterno. Per arredare al meglio il vostro patio mixate un tappeto vintage a divanetti stracolmi di cuscini, magari aggiungendo il tocco shabby di un filo di lampadine a bulbo per illuminare di stile le vostre serate outdoor. Per essere originali, integrate al mood rustico quello di matrice industrial scegliendo come struttura dei divani qualche pallet di legno: l’effetto sarà ecosostenibilmente chic.

E dopo tutti questi consigli è arrivato il momento delle nostre conclusioni, cosa ne pensate di questo stile? Potrebbe rientrare nei vostri desideri di arredamento? Sono curiosa di ricevere un vostro feedback ! Sicuramente è uno stile particolare e decisamente molto originale per chi ama avere una casa calorosa e accogliente.

Ed ora io vi aspetto al mio prossimo articolo !

Sara

Per maggiori informazioni sulle offerte firmate Far Mobili contattateci!