ARREDARE CASA IN STILE SHABBY CHIC

Sono tornata miei cari lettori. Nuova Settimana, Nuovo Stile d’arredo. Oggi vi voglio parlare dello Shabby Chic ! Devo dire che mi ha sempre colpito particolarmente, non saprei darvi un motivo specifico, ma ha sempre avuto un qualcosa di romantico e quasi fiabesco per il mio punto di vista. Vediamo insieme come è nato, quali sono le sue caratteristiche e qualche consiglio su come sfruttarlo in casa nostra.

far-mobili-arredamenti-borgosesia-vercelli-arredare-in-shabby-chic-blog-consigli
DOV’E’ NATO QUESTO STILE?

Questo stile venne nominato per la prima volta da una rivista inglese “ The World of Interior” nel lontano 1980, e da quel preciso momento era sulla bocca di tutti, proprio grazie alla sua originalità e particolarità.

Ma da dove deriva questo nome?  SHABBY tradotto dall’inglese vuol dire “trasandato, sciupato” mentre CHIC ha il significato completamente opposto, infatti, l’unione dei due termini viene tradotta letteralmente in “sciupato elegante”. Chi arreda con questo stile infatti restaura vecchi mobili trasandati che probabilmente non avrebbero più avuto vita; oppure ne trasforma di nuovi dandogli un tocco più “invecchiato”. Il tutto realizzato secondo un semplice FOCUS: “Originalità, Creatività e Libertà”

LE SUE CARATTERISTICHE

Ci sono 4 principali caratteristiche di cui tener conto quando si arreda in SHABBY CHIC:

  • Non usare MAI colori troppo accessi, in questo stile regnano le tonalità pastello o comunque tinte tenui
  • Utilizzare tessuti leggeri come cotone e lino per decorare ulteriormente l’ambiente
  • Oggettistica dal sapore antico e romantico: come candele, candelabri, cornici e specchi
  • Mobili e complementi che richiamano lo stile Vittoriano.

Bisogna dire che ci sono tante visioni diverse riguardo questo stile, alcuni pensano che sia impossibile realizzarlo a casa propria, altri non sanno proprio da dove iniziare e altri ancora credono sia troppo esagerato creare un arredo Vintage. Ma con questo stile il bello è che lo crei TU e puoi impreziosirlo con la tua personalità, non ci sono delle regole specifiche, o meglio c’è né solo una: Invecchia il Nuovo, Rinnova il vecchio.

COSA NON DEVE MANCARE
  • Nel salotto non possono mancare tavolino, tappeto e un bel divano arredato con soffici cuscini, o in alternativa una classica chaise longue. Se ci troviamo in una soluzione dove il soggiorno è attaccato all’ingresso, potrebbe essere un ben inserirci una cappottiera vintage. Se non desiderate rendere tutti i mobili shabbati, potete alternarli come meglio credete, ma il tavolino deve essere per forza restaurato con questo stile. Per quanto riguarda i complementi utilizzate cornici al muro, magari con specchio anticato, e fiori profumati in vasi di vetro, cestini bianchi o altri contenitori vintage.
far-mobili-arredamenti-borgosesia-vercelli-arredamento-shabby-chic-consigli-blog
  • Nella sala da pranzo non possono mancare candele, candelabri e magari qualche alberello secco da inserire in apposite campane di vetro come decoro ulteriore dell’ambiente. Il tutto sistemato su tessuti romantici, come lino, pizzo, merletti e ricami. Per quanto riguarda Il tavolo deve essere shabbato, è un aspetto fondamentale, mentre le sedie possono anche essere non coordinate,una scelta opportuna potrebbe essere quella di scegliere colore neutro o tonalità pastello; non può mancare ovviamente il classico orologio a muro e un bel lampadario a centro tavola con gocce pendenti
  • Decorate un vostro angolo “creativo” con gli attrezzi del mestiere in vista, come una macchina per cucire, personalizzano l’arredo della casa, conferendole quell’atmosfera vissuta e vintage che è tanto cara allo shabby. Se siete amanti della lettura scegliete il punto luce della casa più luminoso e, attorno ad esso, investite tutta la vostra creatività. Sistemate una seduta per rilassanti letture e decorate con piccoli complementi vintage.
far-mobili-arredamenti-borgosesia-vercelli-arredamento-blog-consigli-shabby-chic-angolo-creativo
  • Nella camera da letto non può mancare il letto vintage in ferro battuto, qual’ora non rientra nei vostri gusti; potete optare, in alternativa, per soluzioni più moderne come il classico letto con testata imbottita, purché scegliate colori luminosi come il beige. Se, invece, preferite tonalità più forti, create giochi di contrasto con le coperte o, con la pittura sulle pareti. Non è necessario abbinare i comodini al letto, lo shabby chic non fa alcuna differenza, purché si intervenga sui mobili invecchiandoli.
far-mobili-arredamenti-borgosesia-vercelli-blog-arredamento-consigli-shabby-chic-camera-da-letto

Detto questo abbiamo visto che lo shabby chic ha solo due punti principali: la creatività e la restaurazione di vecchi mobili. Quindi se siete amanti del vintage e delle rivisitazione di mobili antichi questo stile d’arredo è perfetto per la casa dei vostri sogni.

Trovate quel mobile da impreziosire con il vostro tocco personale e create il vostro arredo perfetto.

Ci vediamo al prossimo articolo !

Vi aspetto!

Sara

Per maggiori informazioni sulle offerte firmate Far Mobili contattateci!