COME ARREDARE UNO SPAZIO PER LO SMART WORKING

Bentornati miei cari lettori, oggi vi parlo di SMART WORKING, argomento che in questo periodo è rinomato data la situazione attuale. Proprio per questo voglio darvi qualche consiglio su COME ARREDARE UNO SPAZIO ideale e perfetto per questo. Sembra un argomento futile, ma fidatevi lavorando da casa vi posso assicurare che allestire uno spazio in maniera adeguata è molto importante per la qualità del lavoro che verrà svolto.

FAR-MOBILI-ARREDAMENTI-BORGOSESIA-VERCELLI-ZALF-ARREDO-UFFICIO-SMART-WORKING

Partiamo col dire ciò che non può assolutamente mancare:

  • Una scrivania o piano d’appoggio
  • Seduta comoda
  • Illuminazione adeguata
  • Presa di corrente vicina
  • Qualche accessorio o elemento d’arredo

Sicuramente questi sono gli elementi essenziali che verranno poi personalizzati e modificati in base ai vostri gusti e alle vostre comodità. Bisogna, inoltre, considerare che non tutti hanno una postazione fissa da dedicare a questo tipo di metodo di lavoro, ma c’è chi deve crearsi ogni volta una postazione temporanea, ad esempio ritagliando uno spazio sul tavolo da pranzo, tranquilli anche per voi ci sono molte soluzioni.

far-mobili-arredamenti-blog-smart-working

Lo studio può essere posizionato in una stanza degli ospiti ad esempio, l’importante è avere uno spazio per la scrivania ed una sedia comoda, le classiche sedute non vanno mai bene per chi deve rimanere tante ore davanti a un computer. Qual ora sia presenta una finestra è importante che sia o a destra o a sinistra della postazione e mai davanti o dietro perché creerebbe una scorretta illuminazione. Per chi invece non ha un ambiente che potrebbe essere dedicato allo smart working ci sono moltissime soluzioni salvaspazio che si possono allestire nella zona giorno ad esempio; ci sono tavoli pieghevoli, dei cavalletti sui quali si può appoggiare un piano che andrà a creare un tavolo e per chi vuole una postazione fissa c’è la possibilità delle scrivanie a ribalta, nelle quali si può ritirare pc e documenti al loro interno una volta concluso il lavoro. Quest’ultima è un’ottima idea per chi vuole separare l’ambiente casa-lavoro.

Altra cosa da valutare con molta attenzione è la sedia, come abbiamo detto prima le sedute classiche da cucina o da sala da pranzo sono sconsigliate per chi deve stare tante ore al computer, un’alternativa sempre più diffusa è quella delle sedute in piedi (ovvero con sgabelli) in alternanza con quelle tradizionali: l’altezza ideale è quella di un bancone da cucina. Ci sono anche poltrone da ufficio che ad oggi si adattano perfettamente all’arredo domestico

Un altro aspetto molto importante è l’illuminazione, per due motivi: il primo è per non affaticare la vista il secondo per mantenere una buona concentrazione. Oltre alla luce naturale, da regolare con una tenda bianca per avere un effetto diffuso, è utile avere due punti luci: uno ambientale, tipicamente quello delle lampade da soffitto, e uno con lampada da scrivania. Non dimenticate qualche oggetto per personalizzare la vostra scrivania e mettervi a vostro agio durante le ore lavorative.

far-mobili-arredamenti-borgosesia-vercelli-smart-working-illuminazione-blog

A proposito di scrivanie vediamo insieme il metodo migliore per organizzarla: sicuramente è un dato di fatto che è impossibile lavorare senza avere tutto a portata di mano. Primo consiglio: se lavori al computer, avrai sicuramente un bel po’ di cavi intricati con cui fare i conti. I cavi non occupano molto spazio, tuttavia danno all’ambiente un aspetto molto disordinato. Non è l’ideale per concentrarsi! Munisciti allora di una scatola per i cavi o, ancora meglio, divertiti a crearne una con il fai da te; inserire quel groviglio in un bel contenitore darà un grande sollievo alla tua vista. Secondo consiglio: il modo migliore per ordinare la scrivania, è una mini-cassettiera da ufficio. Un piccolo organizer compatto, ma anche bello da vedere, in cui sistemare la cancelleria perchè nascondere alla vista tutti quegli oggetti ti permetterà di sgomberare la mente e concentrarti, finalmente, sul tuo lavoro.

far-mobili-arredamenti-borgosesia-vercelli-blog-smart-working

Un’altra cosa da inserire (sempre se lo spazio lo consente) una bella libreria, lavorando in casa dovrà essere affine al vostro arredo, ma sicuramente se ne avete la possibilità inseritela, vi tornerà utile per poter organizzare tutti i vostri fascicoli e le dispense che vi serviranno per il lavoro. Vediamo insieme due soluzioni ottimali: la prima si può sfruttare nel caso in cui abbiate un grande spazio a disposizione, in questo caso opterei per una libreria a parete con scaffali e nicchie nelle quali ritirare tutto il necessario come faldoni e libri, ricordati di tenerli ordinati di modo che riuscirai a trovare tutto in un minor tempo e concentrarti sul tuo lavoro. La seconda è la soluzione per chi ha poco spazio, in questo caso una libreria alta e stretta fa al caso tuo, abbinala al tuo stile d’arredo scegliendo le finiture adatte e che si abbinino al contesto dell’ambiente. Un consiglio per dare un colpo d’occhio gradevole potrebbe essere quello di alternare faldoni e libri con piantine verdi.

far-mobili-arredamenti-blog-smart-workingorgosesia-vercelli-blof

Detto questo direi che avete tutte le carte in regola per avere una postazione SMART WORKING ideale e perfetta. Ricordatevi un’ultima cosa, l’ambiente lavoro deve rimanere staccato dalla zona “relax” perché il nostro cervello deve riconoscerlo come ambiente di lavoro e non come “casa”. Potreste, ad esempio, dargli contrasto di colore con il resto dell’ambiente, mantenendo comunque un certo equilibrio tra i due.

Ed ora miei cari vi saluto dalla mia postazione SMART WORKING e spero che questi consigli vi possano tornare utili per la vostra.

Al prossimo articolo !

Sara

Per maggiori informazioni sulle offerte firmate Far Mobili contattateci!